lunedì 24 luglio 2017

che bel malgoverno

http://www.unita.tv/focus/amministrazioni-m5s-appendino-raggi-anguillara-civitavecchia-bagheria/

Roma ed emergenza acqua

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/24/siccita-a-roma-chi-sono-i-veri-responsabili-dellemergenza-acqua/3750313/

omofobia in BeB

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/24/ho-denunciato-io-il-caso-di-omofobia-nel-bb-calabrese-vi-racconto-come-andata/3751327/

dipartimento mamme non funziona

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/24/dipartimento-mamme-cosa-ce-di-sbagliato-nella-retorica-renziana/3751619/

Bracciano e i silenzi di ACEA

https://video.repubblica.it/edizione/roma/bracciano-il-direttore-del-parco-disastro-ancora-evitabile-ma-acea-deve-investire/281596/282191?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P6-S3.4-T1

Polonia in bilico ora il Pis a casa e nuove elezioni

http://www.lastampa.it/2017/07/24/esteri/polonia-veto-del-presidente-duda-alla-riforma-della-giustizia-SyijoLPhYWoS520yGqApIL/pagina.html

raggi vergogna e Colosseo

http://www.lastampa.it/2017/07/24/italia/cronache/s-al-parco-archeologico-del-colosseo-il-consiglio-di-stato-accoglie-il-ricorso-del-ministero-SY5RgquLOha6yj1X4jVA1O/pagina.html

la vendetta fascista di Erdogan

http://www.huffingtonpost.it/antonella-napoli/contro-i-17-giornalisti-di-cumhuriyet-un-processo-alla-liberta-d_a_23044904/?utm_hp_ref=it-homepage

Libia,Francia,Italia

http://www.huffingtonpost.it/nicola-pedde/in-libia-il-problema-non-e-la-francia-ma-l-italia_a_23043826/?utm_hp_ref=it-homepage

Renzi e l'assenza del fondo del ridicolo

http://www.huffingtonpost.it/maria-cecilia-guerra/dipartimento-mamme-come-ridurre-a-stereotipo-un-tema-politico_a_23045322/?utm_hp_ref=it-homepage

raggi vergogna parla

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/24/emergenza-acqua-scontro-aperto-tra-regione-e-acea-la-raggi-in_a_23045465/?utm_hp_ref=it-homepage

via i vertici ACEA per la difesa di Bracciano

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/24/i-conti-di-acea-non-tornano-di-c-paudice_a_23045556/?utm_hp_ref=it-homepage

Bracciano e il disastro

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/24/lallarme-del-cnr-sul-lago-di-bracciano-se-si-abbassa-di-altri_a_23045009/?utm_hp_ref=it-homepage

silenzio.Parla Mattarella

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/24/unamara-presa-datto-mattarella-alza-la-voce-con-lue-sui-migra_a_23045355/?utm_hp_ref=it-homepage

The sun vergogna

http://comune-info.net/2017/07/napoli-raqqa-the-sun-si-vergogni/

uno sporco lavoro

http://comune-info.net/2017/07/uno-sporco-lavoro-domusnovas/

Cayenne Italiane

http://comune-info.net/2017/07/cayenne-italiane-lunga-tradizione/

sorelle ribelli

http://comune-info.net/2017/07/sorelle-ribelli-madre-terra/

plastica no grazie

https://www.galileonet.it/2017/07/prodotto-9-miliardi-tonnellate-plastica/

immigrazione e ipocrisia

http://www.ilcambiamento.it//articoli/immigrazione-e-ipocrisia-l-irrealizzabile-aiuto-a-casa-loro

Raqqa e una liberazione

https://vicinoriente.wordpress.com/2017/07/24/raqqa-laltra-faccia-della-liberazione/

Bucci promette e non agisce

http://www.primocanale.it/single_news.php?id=188036

su una mostra nazista

http://www.artribune.com/arti-visive/arte-moderna/2017/07/80-anni-dalla-famigerata-mostra-arte-degenerata-un-monito-contro-le-devastazioni-alla-cultura/

crisi idrica

http://www.regioni.it/newsletter/n-3208/del-24-07-2017/siccita-litalia-in-crisi-idrica-16927/?utm_source=emailcampaign3031&utm_medium=phpList&utm_content=HTMLemail&utm

Cara Sindaca ti scriviamo

                                                         SIG.RA SINDACA DI SAVONA LE SCRIVIAMO

Buongiorno dott.ssa Caprioglio,
siamo le cappellette di via Santuario,che le scrivono, dato il Suo particolare interesse per il turismo religioso poiche’ da tempo aspettiamo di capire se verremo una volta per tutte sistemate.
Quando è passata in processione o quando è venuta ad “itinerare” l’intera Giunta a Santuario pensavamo che si sarebbe fermata a considerarci un momento ma siamo rimaste deluse.
Noi  vorremmo poche cose ma precise:
a)      In primo luogo una breve indicazione, che spieghi a turiste e turisti chi siamo e cosa rappresentiamo per la città di Savona poiche’ ai Savonesi non servono forse  spiegazioni ma i visitatori e le visitatrici ci chiedono qualcosa e ,come Ella ben sa, parlare a Noi è un po’ come proporre percorsi e progetti alla Sua Giunta ovvero “parlare ad un muro”,
b)      In secondo luogo sarebbe bello che i parcheggi dinanzi ai nostri ingressi fossero tolti in modo da renderci visibili e soprattutto consentire anche di fare fotografie senza macchine o altri mezzi d’intralcio;
c)       Infine vorremmo che Ella disponesse un nostro restauro minimo poiche’ alle volte manca veramente solo un po’ di pittura alle pareti o ai cancelli.Questo potrebbe essere forse fatto anche nei progetti di utilità sociale delle e dei migranti.
Come vede non si tratta di grandi cose ma,se non compete al Comune,almeno speriamo che voglia farsi “avvocata nostra” e perorare la nostra causa alle Autorità competenti.
Ci permettiamo infine di mandarle una breve nota a nome del Letimbro, che è un po’ stanco di richiamare l’attenzione ma durante la processione o la Giunta itinerante avete osservato quanti alberi sradicati si trovano nel torrente almeno dalla terza cappelletta in su?Non sarebbe il caso di rimuoverle oltre ad un monitoraggio completo della situazione del fiume in caso di eventuali piene,di cui ad ora non abbiamo piu’ avuto notizie?
Sig.ra Sindaca si ricordi che Santuario vive nel cuore dei savonesi per 365 giorni all’anno e non solo il 18 marzo o quando la “Giunta itinera di qua e di là per la città”
Danilo Bruno

domenica 23 luglio 2017

Aurelia bis e Albamare

http://www.savonanews.it/2017/07/23/leggi-notizia/argomenti/politica-2/articolo/il-comitato-casello-albamare-siamo-ancora-in-tempo-per-discutere-un-progetto-meno-impattante-e-men.html

fenomenologia a cinque stelle

http://www.unita.tv/opinioni/misoginia-a-5-stelle-fenomenologia-di-un-movimento-che-odia-le-donne/

Padre Dall'Oglio e la Siria

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/23/padre-paolo-dalloglio-quattro-anni-dal-sequestro-rimane-la-sua-profezia-sulla-siria/3745726/

Calabria e migranti

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/23/migranti-in-calabria-il-comune-risorto-grazie-allaccoglienza-vicesindaco-pd-renzi-aiutarli-a-casa-nostra-ci-ha-resi-piu-ricchi/3748552/

Venezuela e democrazia

http://www.repubblica.it/esteri/2017/07/23/news/venezuela_ferito_dai_poliziotti_il_violinista_della_liberta_-171423281/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P11-S1.6-T1

appendino vergogna :elezioni subito

http://www.lastampa.it/2017/07/23/italia/cronache/piazza-san-carlo-ms-in-trincea-forza-italia-fa-scudo-alla-sindaca-24BM8OuBhJYjpWDQOaI3SN/pagina.html

in Russia c'è una opposizione

http://www.lastampa.it/2017/07/23/esteri/lopposizione-russa-in-piazza-contro-la-censura-sul-web-lunica-alternativa-allo-strapotere-di-putin-huExRSxHtKI4mJjRddj9iI/pagina.html

purtroppo è vero!!!Applicare la legge Mancino?

http://www.lastampa.it/2017/07/23/italia/cronache/no-gay-e-animali-coppia-omosessuale-respinta-da-una-casa-vacanze-in-calabria-3vHRj06sEJdmHW0KsMEH7M/pagina.html

che vergogna

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/il-consigliere-del-post-contro-carlo-giuliani-espulso-dal-pd_a_23043836/?utm_hp_ref=it-homepage

rinnovabili:do you remember?

http://www.huffingtonpost.it/edoardo-ronchi/per-aumentare-loccupazione-puntare-sulle-rinnovabili_a_23040741/?utm_hp_ref=it-homepage

Renzi e i suoi deliri

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/renzi-crea-il-dipartimento-mamme-sui-social-scoppia-la-protesta_a_23043761/?utm_hp_ref=it-homepage

tragedia d'acqua

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/la-siccita-non-da-tregua-il-60-dei-campi-coltivati-sono-a-secc_a_23043708/?utm_hp_ref=it-homepage

flat tax sarà lei

http://www.huffingtonpost.it/franco-monaco/la-flat-tax-semplifica-il-sistema-ma-a-un-prezzo-decisamente-ina_a_23040999/?utm_hp_ref=it-homepage

Francesco e Gerusalemme

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/laccorato-appello-di-papa-francesco-per-fermare-le-violenze-a-g_a_23043597/?utm_hp_ref=it-homepage

Trump scricchiola

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/trump-appoggia-le-nuove-sanzioni-a-mosca-inizia-una-settimana-c_a_23043806/?utm_hp_ref=it-homepage

Gerusalemme muore

http://www.huffingtonpost.it/roberto-speranza-/la-gerusalemme-dimenticata_a_23043712/?utm_hp_ref=it-homepage

Israele e Hamas uccidono la pace

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/israele-non-cede-e-scatena-loperazione-anti-hamas-si-rafforza_a_23043991/?utm_hp_ref=it-homepage

i verdi e gli ambientalisti lo avevano detto

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/23/impreparati-allemergenza-due-terzi-dellitalia-a-secco-10-reg_a_23044047/?utm_hp_ref=it-homepage

dal Comitato per il San Paolo di Savona

Cari soci del Comitato amici del San Paolo,
i mesi di giugno e luglio sono stati ulteriormente impegnativi per la nostra attività a sostegno del nostro Ospedale  in preparazione dell'incontro fortemente voluto dal Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e da tutti i sindaci del levante Ligure con l'Assessore alla sanità Sonia Viale.
L'incontro è stato concordato , me casualmente testimone , dal Sindaco e dall'Assessore in perfetta sintonia e false sono le notizie giornalistiche su dissapori.
Da stigmatizare coloro che continuano a usare la sanità per lotta politica e interessi di parte,approfittando anche del lavoro di altri.
L'Assessore dopo esser stata più volte nell'albenganese, nel finalese ,in val bormida ha risposto con favore alla richiesta di una presenza anche nel savonese ,sia incontrando i Sindaci coordinati dal rappresentante del capoluogo , sia accogliendo la richiesta di essere presente il 22 settembre a Savona presso la sala mostre della Provincia  ad un convegno aperto a tutti i cittadini  organizzato dal COMITATO AMICI DEL SAN PAOLO sul futuro del nosocomio.
Come vedete dalla tabella allegata tutti i sindaci tranne Spotorno hanno prontamente deliberato per la seconda volta  un  preciso e dettagliato impegno su cose  che servono e che devono essere finanziate e realizzate  al più presto a favore dei pazienti. 
Anche diversi sindaci della val bormida hanno assunto la stessa delibera e raccolti i dati ne daremo completa comunicazione .
Augurando all'Ospedale di Cairo una efficace definizione secondo gli auspici della propria popolazione, il San Paolo rimarrà il naturale rifugio per le più gravi emergenze con un sano sinergismo.
E' doveroso segnalare l'impegno costante e discreto  del Sindaco di Savona e di tutti i Sindaci deliberanti che in questo anno hanno supportato il comitato nel suo lavoro di proposta in condizioni difficilissime.
La delibera della giunta del capoluogo corona un impegno e permette al suo sindaco di essere il portabendieradegli interessi sanitari della popolazione del levante della provincia.
Auspichiamo che con calma le delibere di giunta diventino delibere di consiglio per dare maggior forza alle richieste.
Ci preme sottolineare  che il comitato non entra nei meriti delle etichette demagogiche sull'organizzazione dell'emergenza, ma fotografa dal libro bianco regionale i bisogni della popolazione dei distretti savona-valbormida e chiede, nel rispetto della Balduzzi, attrezzature e personale per salvare la vita dei cittadini che finiscono al pronto soccorso del San Paolo.
Il comitato continuerà a raccogliere firme ( oggi 13.000) e iscrizioni almeno fino alla completa realizzazione di quanto richiesto.
Il Presidente del comitato
Giampiero Storti
 

il 24 settembre a Venezia per dire Basta alle grandi navi nel canale della Giudecca

Il Movimento No TAV e PresidioEuropa No TAV hanno già aderito all’Appello.

Proponiamo anche, per dare visibilità alle lotte nei vari Paesi, che ognuno
dei componenti del Forum STOP UIMP invii la sua adesione a:
<mailto:nobigship@gmail.com> nobigship@gmail.com

Per l’ospitalità a Venezia contattate il Comitato NO GRANDI NAVI
<mailto:nobigship@gmail.com> nobigship@gmail.com

Vi ringraziamo per l’attenzione e restiamo in attesa delle vostre
comunicazioni.

Un caro saluto.

Paolo Prieri 

PresidioEuropa No TAV

VENEZIA, 23-24 SETTEMBRE 2017

APPELLO EUROPEO AI MOVIMENTI PER LA DIFESA DEI TERRITORI, LA GIUSTIZIA
AMBIENTALE E LA DEMOCRAZIA

Action Day! Blockade!

domenica 24 settembre 2017 – dalle ore 15 alle ore 21 - Rive e Canale della Giudecca

Blocchiamo le grandi navi da crociera! Chiediamo giustizia ambientale per tutti i territori d’Europa!

<https://goo.gl/Qs7j9n> https://goo.gl/Qs7j9n

PROGRAMMA

sabato 23 settembre 2017 - dalle ore 17 alle ore 20

Sala San Leonardo – Cannaregio 1584

Laboratorio e Sessione Plenaria: “La Difesa dei Territori, la Giustizia Ambientale, la Democrazia”

domenica 24 settembre 2017 – dalle ore 15 alle ore 21

Rive e Canale della Giudecca

Action Day! Blockade!

Blocchiamo le grandi navi da crociera! Chiediamo giustizia ambientale per tutti i territori d’Europa!

scrivere la bellezza

http://comune-info.net/2017/07/la-scrittura-della-bellezza/

stupro come arma di guerra

http://comune-info.net/2017/07/lo-stupro-arma-strategia-guerra/

su IREN Genova

A proposito dell'interessante articolo di Francesco Margiocco “Iren il tesoro di Tursi”
Gentile Direttore, per una informazione più completa riteniamo utile una precisazione rispetto all'ampio articolo comparso sul suo giornale il 20 luglio scorso. Si tratta di questo: sulla base del bilancio 2016 di FSU (Finanziaria Sviluppo Utilities), che è l’unica via attraverso la quale gli utili (o le perdite) di IREN spa arrivano al Comune di Genova, risulta che nel 2016 Genova ha ricevuto un dividendo di 2 milioni di euro, cifra molto lontana dai 15 milioni del sottotitolo, ma anche dai 13 milioni riportati nel testo dell’articolo.
L’articolo ci dice anche che Iren ha chiuso il bilancio 2016 con utili per 174 milioni di euro provenienti dalla gestione di servizi di pubblica utilità. Sono cioè utili provenienti da cittadini, che, per avere servizi pubblici essenziali da considerarsi beni comuni, garantiscono profitti destinati per la maggior parte a privati.
Si tratta tra l’altro di quei beni comuni per i quali il referendum 2011 ha stabilito l’illiceità del profitto. Anche il prof. Gilardoni si lascia cogliere da qualche dubbio in merito.
Che a Genova arrivino solo le briciole degli utili di IREN, lo lascia intravedere anche la seguente tabella che riporta i dividendi che il Comune di Genova ha ricevuto negli anni da parte di FSU e quindi indirettamente da IREN.
Quota dei dividendi effettivamente ricevuti dal Comune di Genova (ricavati dai verbali delle assemblee di FSU Srl)
Anni
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
Dividendi per il Comune di Genova
9.400.000
0
0
0
0
1.050.000
2.000.000

Si tratta sempre di cifre minimali in confronto agli utili di IREN.
Rispetto alle ipotesi conclusive dell’articolo (scissione di FSU, uscita graduale da IREN), ci sembra che i veri obiettivi di interesse per i cittadini siano servizi pubblici forniti con qualità, economicità e senza distribuzione di dividendi (eventuali utili destinati a migliorare il servizio e/o a ridurre le tariffe).
Cordiali saluti
Antonio Manti Comitato Audit sul bilancio del Comune d Genova

Pino Cosentino Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua – Comitato genovese

un esempio di art bonus


http://www.artribune.com/attualita/2017/07/firenze-restaurata-con-art-bonus-lantica-balaustra-di-piazzale-michelangelo/

sabato 22 luglio 2017

Roma e mafia

http://www.unita.tv/focus/inchiesta-mafia-capitale-pignatone-ho-perso-ma-a-roma-i-clan-esistono/

disastro a cinque stelle

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/22/torino-commissione-dindagine-su-piazza-san-carlo-non-vota-la-relazione-finale-accuse-incrociate-tra-pd-e-cinque-stelle/3747795/

senza sprezzo di senso del ridicolo?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/22/mondo-di-mezzo-forza-italia-vuole-riabilitare-i-suoi-condannati-e-denunciare-pignatone-per-danni-dimmagine/3747545/

fermare Varsavia

http://www.huffingtonpost.it/mercedes-bresso/vogliono-inquinare-la-democrazia-europea-fermiamo-varsavia_a_23041061/?utm_hp_ref=it-homepage

parliamo di diritto ai vaccini

http://www.huffingtonpost.it/flavia-bustreo/tutti-i-bambini-hanno-diritto-ai-vaccini-inclusi-i-migranti-e-i_a_23041222/?utm_hp_ref=it-homepage

caos e Qatar

http://www.huffingtonpost.it/nicola-pedde/la-crisi-del-qatar-e-l-imbarazzo-saudita_a_23041034/?utm_hp_ref=it-homepage

deliri di Trump?

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/22/altra-grana-per-donald-trump-ok-del-congresso-a-nuove-sanzioni_a_23042854/?utm_hp_ref=it-homepage

Austria con l'Italia

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/22/il-cancelliere-austriaco-kern-nessuna-emergenza-al-brennero-s_a_23042791/?utm_hp_ref=it-homepage

Zingaretti ragiona e la raggi blatera?

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/22/nicola-zingaretti-sta-finendo-lacqua-a-roma-problema-grave_a_23042528/?utm_hp_ref=it-homepage

I verdi su ATA Savona avevamo ragione

http://www.savonanews.it/2017/07/19/leggi-notizia/argomenti/politica-2/articolo/attacco-dei-verdi-savonesi-su-ata-purtroppo-avevamo-ragione.html

dal Comitato per l'acqua

http://www.savonanews.it/2017/07/22/leggi-notizia/argomenti/attualit/articolo/ato-savonese-comitato-savonese-acqua-bene-comune-un-disastro.html

da ecumenici.it perche' l'Italia non ratifica il trattato sulle armi nucleari?

“L’Italia ratifichi il Trattato per         la proibizione delle armi nucleari accogliendo il diritto         dell’Umanità alla sopravvivenza” (Foto di Ralf Schlesener per ICAN)
“L’Italia ratifichi il Trattato per la proibizione delle armi nucleari accogliendo il diritto dell’Umanità alla sopravvivenza”
Il Senato, con il dibattito tenuto stamattina, 18 luglio 2017, e con il voto che ha respinto le mozioni, primi firmatari Roberto Cotti l’una (M5S), Loredana De Petris (Sinistra Italiana) l’altra (ce n’è poi anche una terza, non ancora votata, di Federico Fornaro del MDP – vedi testi sotto riportati), presentate per l’adozione del Trattato del 7 luglio 2017, trattato giuridicamente vincolante per vietare le armi nucleari, che porti alla loro totale eliminazione (A/CONF.229/2017/L.3/Rev.1), ha perso un’ occasione storica.
Le forze politiche principali del Parlamento italiano rifiutano di seguire quanto hanno già accolto positivamente nel Parlamento europeo (ottobre 2016) Popolari e Socialisti: dovrebbero ritenere la proibizione delle armi nucleari non “divisiva”, come è invece l’attuale posizione del governo Gentiloni, bensì un contributo fondamentale che spinge all’attuazione dell’art.VI del Trattato di non proliferazione nucleare. Vale a dire: trattative in buona fede per arrivare ad un effettivo disarmo nucleare totale.
Noi Disarmisti Esigenti, coalizione operativa formatasi in Italia aderendo all’appello di Stéphane Hessel ad “esigere un disarmo nucleare totale”, non demordiamo comunque: continueremo a lavorare perché l’Italia partecipi alla Conferenza di alto livello dell’ONU, stabilita in New York per il 2018 (data ancora da precisare) per mediare realmente tra le potenze nucleari “recalcitranti” e i 122 Stati non nucleari. Vale a dire i “ribelli” che, in nome di tutta l’ONU, ai sensi della Convenzione di Vienna, il 7 luglio a New York hanno aperto veramente la strada ad un mondo senza atomiche. Il Trattato del 7 luglio può essere firmato e ratificato dal 20 settembre 2017 in poi.
Mediare significa, a nostro parere, che sta nel solco della strategia seguita dalla società civile internazionale che ha spinto decisivamente per il risultato del 7 luglio a New York, considerare il Nuovo Trattato la cornice giuridica generale (metaforicamente: il codice) in cui può collocarsi l’aspetto positivo del TNP (una legge particolare da inglobare nel codice), tradito da quelle interpretazioni di comodo che ne fanno la base per la legittimazione dell’oligopolio atomico delle potenze rappresentate in modo permanente nel Consiglio di Sicurezza. E per essere credibili in questo ruolo occorrerebbe da subito ritirarsi, con decisione autonoma, dalla “condivisione nucleare NATO” che ci fa ospitare le atomiche USA a Ghedi ed Aviano e forse in transito negli 11 porti a rischio nucleare di cui usufruisce la VI Flotta USA.
La nostra posizione di movimenti di base, espressa ufficialmente alla Conferenza di New York, condivisa da componenti del movimento internazionale, è molto chiara: il diritto internazionale ambientale , con gli sviluppi quasi universalmente accettati che l’Italia riconosce (avendo sottoscritto e ratificato gli accordi di Parigi del dicembre 2015 contro il riscaldamento climatico globale), può, con i suoi nuovi principifornire una base politica e culturale risolutiva in senso positivo e costruttivo al conflitto che si va ad aprire tra la “rivoluzione disarmista” oggi possibile ed il vecchio, mortalmente pericoloso, disordine atomico. Si tratta di limitare la sovranità degli Stati in nome di una esigenza comune dell’Umanità ad essere liberata dalle minacce che pendono sulla sua sopravvivenza.
In mancanza del numero legale la discussione in aula al Senato è stata rinviata nel pomeriggio. Grasso alle 16.30 ha fatto riprendere con all’odg il tema dei vaccini.
Con questo spirito e con questi contenuti saremo presenti con una nostra delegazione, accreditata dalla WILPF internazionale, alla COP 23 di Bonn indetta dall’ONU dal 6 al 17 novembre 2017 per l’attuazione degli accordi di Parigi sul clima globale.

sui salvataggi bancari

http://comune-info.net/2017/07/la-grande-truffa-dei-salvataggi-bancari/

fermare il capitale?

http://comune-info.net/2017/07/ma-il-capitalismo-e-imbattibile/

Mediterraneo dei popoli

http://www.ilcambiamento.it//articoli/il-mediterraneo-dei-popoli-in-viaggio-con-simone-perotti

migranti economici?

http://www.criticaliberale.it/news/236934

Eritrei aggrediti?

http://www.criticaliberale.it/news/236932

intellettuali e democrazia

http://temi.repubblica.it/micromega-online/difendere-gli-intellettuali-il-dovere-dell%E2%80%99europa-nelle-democrazie-a-rischio/

Erri De Luca e decreto Minniti

http://temi.repubblica.it/micromega-online/erri-de-luca-decreto-minniti-vogliono-censurare-il-diritto-di-critica/

Ninive

http://comune-info.net/2017/07/ninive-la-via-senza-uscita/

appunti sul reddito di cittadinanza

http://comune-info.net/2017/07/reddito-cittadinanza-lavoro-coatto/

Salvatore Buzzi?

http://comune-info.net/2017/07/vi-racconto-la-vera-storia-salvatore-buzzi/

non basta pensare al prodotto

http://comune-info.net/2017/07/non-basta-pensare-al-prodotto/

venditori di perline?

http://comune-info.net/2017/07/renzi-blair-venditore-perline/

storie della buonanotte

http://comune-info.net/2017/07/storie-della-buonanotte-bambine/

salvare Augusta

http://comune-info.net/2017/07/salvare-augusta-chiediamo/

un bene comune

http://comune-info.net/2017/07/rimaflow-un-bene-comune/

senza parole nella Liguria di Toti

http://www.primocanale.it/single_news.php?id=187987

riapre un museo a Verbania grazie alle donne

http://www.artribune.com/arti-visive/arte-moderna/2017/07/mostra-donne-museo-paesaggio-verbania/

stop alle maxibollette per legge


http://www.studiocataldi.it/articoli/26910-arriva-lo-stop-alle-maxibollette-per-legge.asp

venerdì 21 luglio 2017

battere il capitalismo

http://ilrasoiodioccam-micromega.blogautore.espresso.repubblica.it/2017/07/05/erik-olin-wright-estendere-la-democrazia-per-erodere-il-capitalismo/

Borsellino nell'ultima intervista

http://temi.repubblica.it/micromega-online/i-giorni-di-giuda-lultimo-intervento-di-paolo-borsellino-video-2/

parchi per fermare il disastro

http://www.italianostra.org/?p=53695

guerra a terra

http://comune-info.net/2017/07/la-guerra-invisibile-difende-la-terra/

cultura ecologica e festival

http://comune-info.net/2017/07/la-cultura-ecologica-inventa-un-festival/

uccidere Palestinesi

http://comune-info.net/2017/07/soli-115-dollari-uccidi-palestinesi/

arte e resistenza in rete

http://comune-info.net/2017/07/arte-resistenza-ribellione-nella-rete/

parliamo di Africa

http://comune-info.net/2017/07/rompiamo-silenzio-sullafrica/

alleanze farmaceutiche

http://www.ilcambiamento.it//articoli/le-strane-alleanze-delle-multinazionali-farmaceutiche

sui sistemi complessi

http://www.italiachecambia.org/2017/07/sistemi-complessi-teorie-del-complotto/?utm_source=newsletter&utm_campaign=general&utm_medium=email&utm_content=relazioni

contadini e incendi

http://www.italiachecambia.org/2017/07/italia-brucia-contadini-prime-vittime-incendi/?utm_source=newsletter&utm_campaign=general&utm_medium=email&utm_content=relazioni

da una segnalazione dei Verdi

http://www.primocanale.it/single_news.php?id=187923

ILVA stiamo a Genova e non parliamo di Taranto

http://www.primocanale.it/single_news.php?id=187908

sulla pesca in Europa


QUOTE SPADA
Affronte: "Decreto Castiglione incomprensibile, i luoghi dove farsi sentire sono altri"
"Ribadisco: in Europa siamo muti, ci serve il Ministro del Mare"
 
"Il decreto con il quale il Sottosegretario Giuseppe Castiglione pensa di poter auto-aumentare le quote Spada dell'Italia non ha senso di esistere né da un punto di vista di sostenibilità né da un punto di vista legale: è incomprensibile" - dice Marco Affronte, Europarlamentare membro della Commissione Pesca a Bruxelles - "L'ICCAT, che in questo caso è l'organismo internazionale sovraposto riconosciuto, ha dato 10.500 tonnellate da ripartire fra tutti i 'Contracting Partners', cioè gli Stati che pescano Spada. All'Europa ne toccano 7.400, il resto agli altri Stati che affacciano sul Mediterraneo. Se l'Italia pensa di aumentarsi, d'imperio, la quota dell'8% - quindi di pescare 400 tonnellate in più - ci spieghi il Sottosegretario dove le andiamo a prendere? Temiamo che di fatto non potrà far altro che sforare la TAC quota ICCAT delle 10.500 tonnellate, creando quindi anche un pericoloso precedente. Si rischierebbe di andare verso un sistema nel quale ognuno fa quel che gli pare e piace, e non sarebbe un bene per nessuno. Questa soluzione non va bene, è un errore e ha le gambe corte. Il Decreto non è il modo giusto" - ribadisce Affronte - "e credo sia più uno strumento propagandistico che altro. In realtà il Sottosegretario usa il Decreto per fare rumore a livello nazionale, ma la realtà è che in Europa l'Italia è muta e al tavolo della contrattazione per la ripartizione la Spagna ci ha 'soffiato' parecchie tonnellate. La verità è che a Bruxelles non abbiamo peso specifico: io rinnovo la mia idea. Ci serve un Ministro del Mare che sia sempre presente, che si faccia sentire, che porti la voce dell'Italia in Europa con una forza che oggi non abbiamo. Ricordo" - conclude Affronte - "che il documento di ripartizione delle quote Spada deve ancora passare al vaglio del Consiglio d'Europa: è lì che ci vuole il Ministro del Mare, è lì la sede giusta per farsi valere e riottenere una quota di pesca adeguata alla nostra storia e tradizione."
 
MARCO AFFRONTE

stop carbone 2025 da ecumenici.it

in
Le associazioni ambientalista         promuovono stopcarbone2025 (Foto dihttp://www.stopcarbone2025.org/)
Petizione salviamo #MIGLIAIADIVITE, per la chiusura di tutte le centrali a carbone in Italia entro il 2025: tante firme e adesioni
La Strategia Energetica Nazionale potrebbe essere l’occasione per liberarsi di un rischio per clima, salute e ambiente. Dalle 11,00 cominciata una mobilitazione su Twitter per promuovere la petizione.
Il link della petizione www.stopcarbone2025.org 
Sono già 5.000 circa le firme raccolte dalla petizione #MIGLIAIADIVITE, anciata da WWF Italia, Greenpeace Italia e Legambiente, per chiedere al Governo italiano la chiusura definitiva di tutte le centrali a carbone entro il 2025. Moltissime le adesioni di associazioni e gruppi, tra cui Accademia Kronos, Associazione Comuni Virtuosi, Cittadini per l’Aria, Earth Day Italia, FOCSIV (Federazione Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario), Fondazione Univerde, Marevivo, Quale Energia e tanti altri. Tra coloro che hanno dichiarato il loro appoggio alla petizione, anche Agostino Re Rebaudengo, Vicepresidente di Elettricità Futura. Dalle 11,00 di oggi le Greenpeace, Legambiente e WWF Italia hanno lanciato una maratona su Twitter per promuovere la petizione.
In questi giorni si sta definendo la strategia energetica dell’Italia (SEN), con un documento in consultazione fino al 31 agosto. Successivamente verrà ultimato e pubblicato il testo definitivo della Strategia. E’ quindi importante che i cittadini italiani facciano sentire la propria voce in questi mesi.
L’Italia ha l’occasione di decidere di uscire dal carbone, dismettendo il combustibile fossile più altamente nocivo per il clima, salvando migliaia di vite e cambiando le sorti del futuro energetico del nostro Paese. In Italia, le 12 centrali a carbone esistenti nel 2013 causavano circa 10 morti premature a settimana e costavano agli italiani ogni anno 1,4 miliardi di euro di spese sanitarie. Oggi, di quelle 12 centrali ne restano realmente operative 8, tra cui le più grandi e inquinanti; gli impatti sono appena ridotti.
Il carbone è tra i combustibili fossili quello che, se bruciato, emette più CO2 ed è quindi tra i principali responsabili del cambiamento climatico le cui conseguenze toccano tutti. Uscire dal carbone vorrebbe dire per l’Italia una riduzione di CO2 fino a quasi 40 milioni di tonnellate l’anno (dati 2015), in pratica oltre il 40% del settore elettrico e circa l’11% del totale delle emissioni nazionali.
Nella bozza di SEN presentata a metà giugno, per la prima volta si prende in esame l’uscita dal carbone come fonte di energia elettrica, ma purtroppo il Governo non è riuscito ad assumere una posizione netta e ambiziosa a favore di una data certa e possibile: per i promotori della petizione, il carbone in Italia deve chiudere entro il 2025.   Oggi abbiamo a disposizione tutte le tecnologie e conoscenze per guardare a un futuro 100% rinnovabile anche prima del 2050.
La proposta SEN  prevede: uno scenario base, con il mantenimento di 4 centrali sulle 8 attualmente pienamente funzionati, tra cui la centrale Federico II di Brindisi, la più inquinante d’Italia come dimostrano i dati di emissione e gli studi sanitari ed epidemiologici, oltre ad essere l’impianto che mediamente ha le più alte emissioni di CO2 (se pienamente funzionate può arrivare a superare le 15 Mt anno) uno intermedio, con la chiusura anche di Brindisi, e uno più avanzato, che prevede la chiusura di tutte le centrali entro il 2030, e non al 2025, come necessario.
Per aderire alla petizione www.stopcarbone2025.org

fascisti d'Europa

http://comune-info.net/2017/07/la-nave-difende-la-purezza-delleuropa/

boom alcolico

http://www.nigrizia.it/notizia/boom-alcolico/notizie

processo alla primavera araba

http://www.nigrizia.it/notizia/processo-politico-alla-prima-primavera-araba/notizie

Kenya:bombe ed elezioni

http://www.nigrizia.it/notizia/kenya-elezioni-sotto-le-bombe-a-lamu/notizie

non OGM

http://www.nigrizia.it/notizia/evoluzione-non-ogm/notizie

energia e clima

http://greenitalia.org/energia-il-futuro-e-gia-presente-ma-il-passato-non-vuole-passare/

non spremere le e i migranti

http://comune-info.net/2017/07/spremere-le-arance-non-braccianti/

cambiare il mondo a due ruote


http://comune-info.net/2017/07/cambiare-mondo-due-ruote/

su Noli

http://trucioli.it/2017/07/19/noli-libiamo-ne-lieti-calici/

Mafia?Ma no era un calesse

http://www.ilcambiamento.it//articoli/roma-non-fu-vera-mafia-l-audio-con-la-lettura-della-sentenza

una idea liberale,democratica ed ecologista

Care amiche e cari amici,
il dibattito in corso nella sinistra democratica e non solo nel nostro paese mi suggeriscono due brevi e sintetici appunti.
Innanzitutto mi presento: mi chiamo Danilo Bruno. Sono consigliere federale dei Verdi nonche’ mazziniano ed iscritto all’Associazione Mazziniana. Fatte queste brevi premesse e ricordando che oggi i Verdi sono impegnati nel progetto di Pisapia allo scopo di creare le condizioni di un nuovo Ulivo, che, a differenza della sommatoria di sigle rappresentata dall’Unione, dovrebbe divenire un soggetto democratico ,federato e  rappresentativo della complessità del centrosinistra.
In questo contesto ritengo che siano necessarie tenere ferme due priorità:
a)      La prima consiste nella necessità di una profonda assunzione delle proprie responsabilità dinanzi al cambiamento climatico, che rappresenta la vera sfida del nuovo millennio e da cui dipendono molti problemi del pianeta a cominciare dalle migliaia di profughi per le rovinose condizioni economiche e sociali planetarie. A questa situazione si potrà rispondere solo con un grande progetto di “conversione ecologica dell’economia” a cui tutte e tutti saremo ineluttabilmente chiamate e chiamati;
b)      La seconda discende automaticamente quasi dal pensiero mazziniano poiche’ proprio Mazzini sostenne che la società doveva basarsi sulla democrazia e sulla assunzione delle proprie responsabilità e da qui non può che discendere un progetto di società in cui il diritto derivi dall’esercizio dei propri doveri e soprattutto in cui i valori della solidarietà, della pace e dell’Europa Federata siano assi portanti di una politica vista nell’ottica di una partecipazione popolare cosciente alla gestione della cosa pubblica.
Credo quindi che su queste basi vi sia un grande spazio per la sinistra liberale e democratica purche’ senza dubbi e riserve si costruisca un soggetto ecologista, civico e laico, che parta dall’esperienza dei Verdi Italiani per giungere all’affermazione all’interno di un nuovo Ulivo, prima sommariamente indicato, anche di un soggetto, che faccia proprio il pensiero di Mazzini, Rosselli, Gobetti,…quindi della migliore cultura azionista unendola a  quella ecologista e civica a cominciare dal fondatore dei verdi italiani: Alexander Langer.
Danilo Bruno

cooperazione Italia-Kurdistan

http://www.greenreport.it/news/clima/accordo-cooperazione-ambientale-italia-kurdistan-irakeno/

cooperazione Italia -Kurdistan

http://www.greenreport.it/news/clima/accordo-cooperazione-ambientale-italia-kurdistan-irakeno/

migranti per guerra

http://www.greenreport.it/news/agricoltura/anno-milioni-persone-fuggono-dai-conflitti-la-terra/

Cina e povertà

http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/anche-cina-la-globalizzazione-portato-un-boom-della-disuguaglianza/

schiume sulle spiagge

http://www.greenreport.it/news/inquinamenti/spugne-sintetiche-milioni-sulla-costa-francese-della-manica-giugno-toscana-liguria/

lo stato dell'ambiente

http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/qual-lo-dellambiente-italiano-consumo-risorse-naturali-tornato-crescere/

rigenerazione urbana a Palermo

http://www.artribune.com/progettazione/architettura/2017/07/rambla-papireto-rigenerazione-urbana-palermo/

sul reato di tortura

http://www.studiocataldi.it/articoli/26900-in-vigore-il-reato-di-tortura-fino-a-10-anni-di-carcere.asp

contratti PA gli indirizzi

http://www.lentepubblica.it/personale-e-previdenza/rinnovo-contratti-pa-testo-di-indirizzo/

lo stato dell'ambiente 2016

http://www.gdc.ancitel.it/inchiesta/pubblicata-ledizione-2016-della-relazione-sullo-stato-dellambiente/

la povertà in Italia


http://www.istat.it/it/archivio/202338

martedì 18 luglio 2017

grillini sbdati e risposte errate

http://www.unita.tv/focus/complotto-m5s-incendi-roma-castel-fusano/

privatizzare ATAC?

http://www.unita.tv/interviste/un-referendum-per-privatizzare-atac-lappello-dei-radicali-italiani/

la vocazione per il potere assoluto

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/18/governiamo-da-soli-la-vocazione-per-il-potere-assoluto-di-pd-e-5stelle/3737114/

deliri di Trump

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/18/usa-no-alla-riforma-sanitaria-e-il-primo-vero-fallimento-politico-di-trump-che-non-controlla-piu-parte-dei-repubblicani/3737793/

un cambio sensato

http://www.lastampa.it/2017/07/18/italia/cronache/addio-al-parco-mussolini-di-latina-diventer-falconeborsellino-protesta-la-destra-Ke7SHg0Doztu54kbVbs9kM/pagina.html

sul femminicidio

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/18/il-femminicidio-e-un-problema-di-noi-maschi-diamo-troppe-cose_a_23033604/?utm_hp_ref=it-homepage

Pisapia a Roma

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/18/missione-romana-per-pisapia-mercoledi-il-faccia-a-faccia-con-md_a_23036056/?utm_hp_ref=it-homepage

parlando di De Luca

http://www.huffingtonpost.it/roberto-della-seta/tra-incendi-dolosi-e-abusivismo-edilizio-de-luca-e-il-simbolo-d_a_23035416/?utm_hp_ref=it-homepage

oltraggio antimafia

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/18/un-altro-oltraggio-agli-eroi-antimafia-danneggiata-la-stele-in_a_23035992/?utm_hp_ref=it-homepage

Francesco non si ferma a Ratisbona

http://www.huffingtonpost.it/2017/07/18/la-trasparenza-di-francesco-non-si-fermata-a-ratisbona_a_23036197/?utm_hp_ref=it-homepage

solo 30 euro

ADERISCI AI VERDI

ISCRIVITI E SOSTIENI L’AMBIENTE

Da oltre vent’anni i Verdi continuano a promuovere e far valere le ragioni di chi, in Italia, vuole tutelare l’ambiente e avviare una conversione ecologica dell’economia, del modello di consumo e degli stili di vita.
La qualità dell’aria che respiriamo, la protezione dell’ambiente, della salute e dei diritti degli animali, le rinnovabili e l’efficienza energetica, la lotta alla cementificazione, alla caccia e alle trivelle selvagge, la sicurezza alimentare, la mobilità sostenibile, la legalità e i diritti, le politiche per affrontare i cambiamenti climatici e la crisi economica e morale che attraversa la nostra società: queste sono solo alcune delle tematiche che noi Verdi portiamo avanti da più di vent’anni per costruire un futuro migliore.
Attraverso le nostre battaglie in Parlamento e nella società civile sono stati raggiunti importanti risultati. La legge sui parchi e quella sulla caccia, la battaglia contro gli OGM, il conto energia e il nostro impegno sulle rinnovabili, la lotta contro il nucleare e quella in favore dell’acqua pubblica, il sostegno al biologico e alle medicine non convenzionali, sono tutti successi ottenuti grazie all’azione in molti casi determinante dei Verdi. Oggi tutte queste conquiste di civiltà sono sottoposte a continui assalti e sulla questione ambientale è sceso un preoccupante ‘buio’ mediatico. Se non ci fossero i Verdi queste battaglie non sarebbero più rappresentate da nessuno e si creerebbe un vuoto che non è auspicabile in nessuna democrazia moderna.

l'incendio di Castelfusano

http://verdi.it/incendio-di-castelfusano-e-colpa-anche-delle-incompetenze-del-comune-di-roma/

le mani sporche degli incendi

http://verdi.it/mani-sporche-incendi-2017-fuoco-provincia-venezia/

socialità al sud

http://comune-info.net/2017/07/la-rivincita-della-socialita-del-sud/

un passo solidale da Fabriano a L'Aquila

http://comune-info.net/2017/07/passo-solidale-fabriano-laquila/

festival cultura ecologista

http://www.ilcambiamento.it//articoli/a-roma-il-festival-di-cultura-ecologica

officine delle idee


Cari Promotori delle Officine!
Segnate sul calendario la data di sabato 16 settembre!
Per quel giorno, infatti, stiamo organizzando un incontro tra i promotori delle Officine delle Idee nate in questi mesi sul territorio italiano e anche all’estero. Un’occasione importante di conoscenza e di confronto su questi e i prossimi mesi.

A presto per tutti gli ulteriori dettagli su questo appuntamento.

Campo Base

Bucci parla

http://www.primocanale.it/single_news.php?id=187830

un prgetto di storie di migrazione

http://www.artribune.com/progettazione/new-media/2017/07/re-future-il-workshop-che-insegna-ai-giovani-migranti-a-raccontarsi-con-uno-smartphone/

sul Pecci di Prato

http://www.artribune.com/arti-visive/arte-contemporanea/2017/07/la-lettera-aperta-di-fabio-cavallucci-allassessore-alla-cultura-di-prato-simone-mangani/

facciamoci una pera

http://www.slowfood.it/51015-2/

clima e migrazioni

http://www.slowfood.it/clima-la-variabile-impazzita-delle-migrazioni/

il vigore di CETA

https://www.slowfood.com/sloweurope/it/ceta-laccordo-entra-provvisoriamente-vigore/

preservare i suoli agricoli

https://www.slowfood.com/sloweurope/it/preservare-suoi-agricoli-europa/

pastorizia resistente

http://www.slowfood.it/pastorizia-resistente-un-equilibro-donne-natura/

Appennini e Alpi

http://cheese.slowfood.it/dagli-appennini-alle-alpi/

che latte sei?

http://cheese.slowfood.it/che-latte-fai-intervista-roberto-rubino/

fatti un foia

http://www.studiocataldi.it/articoli/26858-come-richiedere-l-accesso-agli-atti-gratis-ecco-le-istruzioni.asp

A Napoli

ESTATE a NAPOLI 2017

Napoli e Borsellino. La cultura della legalità

Cortile del Maschio Angioino

19 luglio ore 21,00

a cura dell'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli

Domani 19 luglio alle ore 21,00 all’interno della rassegna “Estate a Napoli 2017” il cortile del Maschio Angioino ospiterà un appuntamento speciale, “Napoli e Borsellino. La cultura della legalità”, in memoria di Paolo Borsellino nel giorno dell’anniversario della sua morte. Un omaggio a venticinque anni dall’uccisione del magistrato assassinato da Cosa Nostra assieme a cinque agenti della sua scorta, una serata che il Comune di Napoli, e in particolare l'Assessorato alla Cultura e al Turismo, ha voluto dedicare al giovane Salvatore Barbaro ed alla famiglia che vive nel suo ricordo. Un giovane artista di Ercolano, vittima innocente della camorra, che attraverso la voce degli artisti presenti “canterà” ancora insieme a noi.
L’evento, organizzato con Consorzio Ad Astra Cultura, si avvale del coordinamento di Antonio Mastellone e della collaborazione del Comune di Ercolano e dell’Associazione Antiracket di Ercolano.
La serata sarà condotta da Rosaria De Cicco e realizzata grazie alla generosa partecipazione di numerosissimi artisti quali Lino Blandizzi, Michele Bonè, Marina Bruno, Emiliano Cavallini, Lino D’Angiò, Antonella De Chiara, Francesco Di Leva, Gigi Di Luca e gli Allievi de “La Bazzarra”, Renato Di Meo, Fabrizio Fierro, Lello Giulivo, Angelo Laurino, Nello Mascia, Massimo Masiello, Ettore Massarese, Giovanni Mauriello, Anna Merolla, Luca Pugliese, Patrizia Spinosi, Francesco Viglietti, Giuseppe Zeno, Claudia Zinno e con la partecipazione di Castel Capuano Libera Ensemble.
Sono previsti interventi e testimonianze.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Durante la serata sarà possibile sottoscrivere un contributo simbolico di solidarietà alla famiglia Barbaro.